Per non partire impreparati per il campeggio invernale

Per non partire impreparati per il campeggio invernale

Se avete deciso di prendere in considerazione l’ipotesi di un campeggio invernale, eccovi alcuni consigli utili su come praticarlo nel migliore dei modi.
Anche se il campeggio invernale appare un po’ come una sfida, molti escursionisti e avventurosi apprezzano i vantaggi nel farlo in questa stagione. Innanzi tutto ci sono molti meno camper in inverno, il che significa potersi godere la propria, beata solitudine. Allo stesso modo, gli insetti, come le zanzare, o le mosche, vanno in letargo con il freddo. Infine, l’aria pulita e frizzante dell’inverno ci rinvigorisce, contrariamente a quanto fanno caldo intenso e afa d’estate, dandoci molta meno voglia di fare delle cose.
In commercio non mancano stufe portatili e abbigliamento termico, tuttavia molto spesso le soluzioni migliori sono quelle fai-da-te, capaci di rispondere a pieno alle necessità del campeggiatore. Insomma, potete acquistare una tuta termica ma il commesso non vi dirà di metterla nel sacco a pelo con voi durante la notte! Quindi ecco che subentriamo noi con i nostri consigli per migliorare la riuscita del vostro campeggio invernale. Pochi, ma importanti accorgimenti, possono rendere straordinaria ed entusiasmante la vostra esperienza in campeggio con la tenda, anche d’inverno.

La scelta del campeggio

Prima di scegliere un campeggio fate una chiamata e controllate nel sito web se il campeggio è aperto anche in inverno e quali servizi garantisce anche per la stagione invernale!
Il campeggio scelto dovrebbe essere attrezzato con tutto ciò che serve per fare della vacanza in campeggio un piacere anche in inverno.
Per esempio nelle strutture più moderne i servizi sanitari sono dotati di riscaldamento a pavimento.
In molti casi sono a disposizione degli ospiti stanze con impianto di riscaldamento per asciugare gli scarponi da sci e un deposito
per scarponi e attrezzatura. La presenze di queste strutture permette di avere più spazio nel camper o nella roulotte.
L’area approvvigionamento acqua dovrebbe essere riscaldata con sistema centralizzato e presso ogni piazzola dovrebbe essere disponibile una conduttura di acque grigie resistente al gelo. Resistente al gelo anche il sistema di scarico e water. Le vie pedonali e carrabili dovrebbero essere lastricate e tenute pulite anche in inverno, e piazzole con terreno grigliato dovrebbero permettere di parcheggiare il camper o la roulette in piano e all’asciutto.
Insomma, scegliete una struttura, organizzata al meglio per potervi coccolare, dal mantenimento perfetto della percorribilità di strade e piazzole alla rivendita di gas direttamente in campeggio.

consigli per campeggio in inverno

campeggio in tenda in inverno

Scegliete la tenda adatta

La prima cosa in assoluto che va presa in esame per prepararsi al meglio ad un campeggio invernale è la tenda. Dentro la tenda troveremo riparo e calore, e passeremo le rigide nottate invernali. Sceglierne una adatta, o dotarla di tutti i comfort necessari è possibile.
Acquistate una tenda piccola quattro stagioni che includa un isolante, un involucro solido in tessuto capace di resistere ai forti venti invernali e alle precipitazioni. Considerate un design a doppia parete per un migliore isolamento, ma non dimenticate che questo innalzerà il peso complessivo della vostra attrezzatura.
Utilizzare una piccola tenda aiuterà a ridurre lo spazio vuoto al suo interno, il che significa che il calore del corpo potrà notevolmente aumentare la temperatura interna.
Scegliere una posizione asciutta con ampia copertura dal vento per la vostra tenda.
Posizionare la tenda verso est, se possibile, in modo da avere anche il vantaggio del sole che sorge al mattino per riscaldarla. Stare lontano dai rami di alberi carichi di neve, da tronchi pendenti e dalle aree a rischio di valanghe o di inondazioni, se il campeggio è vicino a corsi d’acqua.

Tenda Manaslu 2

Tenda Pumori 2

Tenda Emperor 2

Consiglio anche di sostituire i picchetti normali, con quelli a vite, perchè con il terreno ghiacciato è facile storcerli.
Inoltre, qualora ci fossero nevicate, fate attenzione a non far accumulare troppa neve sul telo.

L’isolamento dal terreno

Per eliminare più possibile l’umidità del terreno, posizionate un panno a terra e fissateci la tenda sopra. Utilizzate supporti supplementari in zone ventose.
All’interno della tenda posizionate un tappeto espanso in schiuma a cellule chiuse con uno spessore di almeno 3 cm con, eventualmente, l’aggiunta del cuscino d’aria ed un materassino pneumatico a cellule che isoli dal terreno. Centrate il sacco a pelo sul tappeto.
Procuratevi due vecchi riflettori di calore, di quelli che si usano per coprire il parabrezza dell’auto. Cuciteli insieme ai due lati del vostro sacco a pelo, il materiale riflettente aiuterà a trattenere il calore all’interno del sacco a pelo e… per non svegliarvi fradici di sudore, meglio operare su questo strato di “isolante fa-da-te” dei piccoli fori per l’aria.

Per eliminare l’umidità e migliorare ulteriormente le condizioni termiche, il consiglio è portare sempre qualcosa per isolarsi ulteriormente dal terreno e oltre un buon sacco a pelo anche un plaid o dei tappetini da yoga per incrementare le sacche d’aria.

Portate con voi il sacco a pelo giusto

Dopo la tenda, l’oggetto più importante per il campeggio è sicuramente lui: il sacco a pelo. Per avventurarci in un’esperienza impegnativa come il campeggio invernale, la scelta del sacco a pelo è importantissima. È poi possibile rendere il sacco a pelo a prova di freddo!
Evitate di dormire in un sacco a pelo troppo grande. Portate un sacco a pelo in grado di resistere ad una temperatura inferiore di 10 gradi rispetto a quella prevista durante la notte; se proprio dovesse esserci troppo caldo, si può sempre sfoderare il sacco. Aggiungete una fodera al sacco, che possa sopportare una temperatura nominale inferiore di 8/15 gradi rispetto a quella prevista.
Riempite lo spazio supplementare del sacco a pelo con gli abiti che dovrete indossare il mattino successivo: da un lato il sacco a pelo si riscalderà più velocemente e dall’altro, al mattino seguente, non sarete costretti a indossare abiti freddi.
Conservare dell’acqua bollente in un contenitore termico; il calore dall’acqua contribuirà a migliorare la temperatura interna fino a quando si è pronti per andare a dormire.
In più quando dormite evitate di respirare all’interno del sacco: l’umidità contenuta nel vostro respiro ridurrà l’efficienza degli isolanti della vostra attrezzatura. Indossate, invece, un panno traspirante sopra la bocca, per catturare l’umidità.

Sacco a pelo Levity 00 SQ

Sacco a pelo Nightec 800

Sacco a pelo Lightec SM 850

L’abbigliamento termico

Anche la scelta dell’abbigliamento è di estrema importanza. Partire sprovvisti dei giusti accessori, potrebbe portarci ad incorrere in spiacevoli problemi. Scegliere quindi di portare con voi il giusto vestiario, può essere veramente indispensabile, per godere appieno del vostro campeggio invernale.
Il trucco è vestirsi a cipolla! Indossate tre strati di vestiti!
È doloroso dirlo ma mettete da parte il cotone organico e indossate abbigliamento sintetico, trattiene meglio il calore. Indossate biancheria intima lunga e sintetica come strato di base per contenere il calore allontanando l’umidità. Aggiungete uno strato isolante di mezzo a base di pile, e copritevi, infine, con un antivento e antipioggia. Coronate il tutto con un cappello di lana, calzettoni, scarpe isolati e guanti foderati per ridurre la perdita di calore.

Non mettere i vestiti bagnati in tenda, perché l’umidità causerà una perdita di calore.

Tenete un cappello di lana in testa durante la notte.

Non dimenticate gli accessori

Esistono poi moltissimi consigli in più per trascorrere un campeggio perfetto. Uno di questi consiste nel portare con noi la classica borsa dell’acqua calda. Inseriamola nel sacco a pelo prima di andare a dormire. Sarà un’alleata preziosa durante le freddi notti. Inoltre, portiamo anche dei piccoli e pratici scaldamani con noi. Utilissimi nelle tasche dei giacconi per scaldare le nostre mani. Con gli scaldamani sarà inoltre possibile riscaldare gli stivali prima di indossarli.
Anche stufette portatili e thermos per le bevande faranno di certo al caso vostro!

Gli accessori per camper e roulotte

Se avete scelto di campeggiare in camper o roulotte, è necessario munirsi delle speciale coperture isolanti per i vetri (è infatti dall’abitacolo che entra la maggior parte del freddo).
Se si prevede di soggiornare in luoghi in cui la temperatura scende di molto sotto lo zero, meglio non utilizzare l’acqua dei rubinetti del camper perché potrebbe ghiacciare nelle tubature. Se proprio non volete rinunciare all’acqua corrente esistono degli additivi da mettere nel serbatoio.
In montagna è auspicabile fare rifornimento con un carburante speciale antigelo (importantissimo). In alternativa ci sono degli additivi antigelo da aggiungere al normale carburante.
Inoltre, è bene munirsi di una pala per spalare l’eventuale neve o grattare lastre di ghiaccio.
Bisogna avere sempre le catene a bordo (e aver letto prima le istruzioni!) o i pneumatici invernali anche per non incorrere in salatissime multe!

Accendete il fuoco nel punto giusto

Chiudiamo questa guida, con un ultimo ma importantissimo consiglio. Durante il campeggio invernale, la necessità di un caldo e accogliente fuoco da campo si farà sentire. L’importanza di saperlo accendere e soprattutto collocare nel giusto punto, è quindi indispensabile. Un fuoco da campo andrà inoltre alimentato e gestito.
Portate con voi ingredienti per cuocere bevande calde e zuppe.

Ed ora, non ci resta che preparare gli zaini, e partire per il nostro campeggio invernale!

 

Dallo shop

Tenda Manaslu 2
Stufa Ardor
Drink Sport
Tenda Emperor 2
Tenda Pumori 2
Thermos Tourist
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.